Primavera e allergie: come affrontarle al meglio

in PhytoInforma,

La primavera porta con sé innumerevoli cambiamenti: la natura si risveglia e, con essa, anche le allergie. I protagonisti delle allergie primaverili sono i pollini, rilasciati dalle piante durante la loro fioritura. In questo articolo approfondiremo i principali sintomi che si presentano in caso di allergia e capiremo come affrontarli al meglio, grazie anche all’aiuto di Igebas,Desmodio®-BM e Allerin.

Cosa accade in caso di allergia?

Le reazioni allergiche si manifestano a seguito del contatto con sostanze che sono generalmente innocue per il nostro organismo, ma che in alcuni casi possono generare una risposta anomala da parte del nostro sistema immunitario e prendono quindi il nome di allergeni

L’interazione tra il nostro organismo e gli allergeni può avvenire in vari modi:

-iniezione (per esempio di farmaci)
-ingestione (allergie alimentari)
-punture di insetti o da contatto (materiali con cui veniamo a contatto attraverso la cute, tipo piante o metalli come il nichel, il cobalto o il cromo).
-inalazione (pollini o spore fungine);

Nel caso delle allergie primaverili si parla proprio di inalazione di allergeni. Le piante che hanno la fioritura in primavera e rilasciano pollini nell’aria sono principalmente la betulla, l’olivo e le graminacee (frumento, mais, riso, orzo).

Una volta entrato in contatto con l’allergene, il nostro corpo comincerà a produrre degli anticorpi in grado di attaccare alcune proteine dei pollini, scatenando una risposta allergica mediata da sostanze come l’istamina, che causeranno vari sintomi.

Quali sono i sintomi più comuni?

I sintomi associabili alle allergie primaverili sono di diverse tipologie, tra i più comuni ci sono sicuramente questi tre:
  • la rinite: si manifesta con continui starnuti e naso che cola
  • la congiuntivite: occhi arrossati e che lacrimano
  • l’asma: nei casi più importanti può portare a difficoltà respiratorie

Naturalmente, per accertarsi che si tratti di sintomi allergici, è indispensabile effettuare una visita con un allergologo che indicherà poi la terapia più idonea.

Esistono dei rimedi naturali?

In supporto a quanto verrà indicato dal proprio medico di riferimento, esistono numerosi rimedi a base di componenti naturali. Di seguito potete trovarne alcuni dei principali:

1) Perilla frutescens (L.) Britton

Contenuta nel nostro integratore Igebas, la Perilla, tra i suoi componenti attivi, contiene gli isoflavoni in forma agliconica, i quali hanno elevate proprietà antiallergiche. In particolare, la Perilla determina un abbassamento dei livelli ematici delle IgE, i primi anticorpi generati in caso di allergia, e blocca l'enzima 5-lipoossigenasi, responsabile della produzione di mediatori allergici correlabili soprattutto a forme di allergia che si manifestano con broncospasmo. La Perilla favorisce anche l’inibizione della liberazione di istamina, ha un'azione immunomodulante, ed è efficace anche nelle forme allergiche da contatto, come la dermatite, o in quelle allergie mediate da macrofagi, come in caso di reazioni da ipersensibilità ritardata, conseguenti ad alcune infezioni virali.

2) Desmodium adscendens (Sw.)D.C.

Il Desmodium adscendens, componente principale dell’integratore Desmodio®-BM, ha numerose proprietà, tra cui le seguenti:

·        Antiasmatico: consente di combattere le crisi di asma bronchiale impedendo la contrazione della muscolatura respiratoria, così da favorire il recupero della funzionalità respiratoria

·        Broncodilatatore: effetto rilassante sui tessuti polmonari e sui muscoli bronchiali, in caso di asma

·        Epatorigeneratore: in caso di infiammazione di origine tossica o infettiva, aumenta la resistenza delle cellule epatiche, soprattutto in seguito a trattamento farmacologico o chemioterapico (Pubblicazione scientifica DOVEPRESS AND PUBMED: Feasibility single-arm study of a medical device containing Desmodium adscendes and Lithothamnium calcareum combined with chemotherapy in head and neck cancer patients – Published 8 November 2018).

L’azione del Desmodium ascendens risulta particolarmente efficace in caso di associazione con gli ovomucoidi dell’uovo di quaglia giapponese, anch’essi presenti nell’integratore Desmodio®-BM.

3) Ovomucoidi (ovvero molecole IgE Calm)

Oltre che nel prodotto Desmodio®-BM, l'ovomucoide dell'albume dell'uovo di quaglia (Coturnix Japonica)è contenuto anche nell’integratore Allerin ed è in grado di inibire l'attività dell'enzima secreto dalle cellule esocrine del pancreas: la tripsina. Essa è una proteasi della famiglia delle proteasi serine, i cui enzimi omologhi possono essere endogeni (mastocitari e neutrofili) o esogeni (allergeni, farmaci, alimenti, punture d'insetti, etc.). La similitudine con enzimi coinvolti anche in risposte allergiche, fa sì che questo componente possa svolgere un ruolo importante nel ridurre la reazione del nostro sistema immunitario nei confronti degli allergeni e quindi i sintomi che ne conseguono.

Le allergie possono quindi avere manifestazioni e cause differenti, per questo è importante rivolgersi sempre al proprio professionista di fiducia così da individuare i medicinali e integratori alimentari più adatti per affrontare al meglio questa stagione piena di colori, in modo da poterla vivere serenamente!

Spedizione gratuita

Con ordini da € 120

Resi gratuiti

Entro 14 giorni

Supporto Telefonico

9:00 - 18:00 dal lunedì al venerdì

Ciao!
Sono l’assistente virtuale di PhytoItalia,
posso aiutarti a trovare risposta
alle tue domande.
Invia

Phytoitalia Feedaty 4.7 / 5 - 312 feedbacks